Il mare della mia vita

Il tema del Giffoni Film Festival era l’acqua ed io non ho potuto far a meno di ispirare il mio racconto ad esso.

Mi sono presentata alla Masterclass Talk del 22 luglio con uno scatolone colorato, su ogni lato un emozione (arcobaleno, sole, pioggia e luna) che ha rappresentato in qualche modo la mia vita.

Lo scatolone, fatto interamente da me, con materiale riciclato, ha suscitato interesse da parte dei ragazzi presenti in sala.

All’interno dello scatolone c’erano le onde, le barche, ma soprattutto vari oggetti:

  • Un orsacchiotto che rappresentava la mia infanzia,
  • Un cuore per raccontare dell’amore che mi circonda, della mia mamma e della mia famiglia,
  • Una conchiglia che come è risaputo fa sentire il rumore del mare,
  • La barca, per rappresentare  “il coinvolgimento” delle persone nel mio percorso,
  • Una foto della sfilata di Marigliano (Ma) di outlet 2.0 di Stefania Russo Palumbo, dove io avevo in mano un foglio con su scritto “la disabilità NON è un limite”,
  • La spilla di #giovanioltrelasm, per raccontare della mia patologia e di quella di molti ragazzi, che come me, ogni giorno affrontano la vita a morsi,
  • La pawer Bank regalata da Epale, come simbolo del premio ROLE MODEL RESILIENZA,
  • Una bomboniera rossa della laurea, con cui ho raggiunto il mio obiettivo, e presto il nuovo traguardo,
  • Feni e SuperLino, che rappresentano il blog e la pagina, ma soprattutto chi vuole condividere la propria vita senza alzare la voce,
  • Una spilla colorata, creata con delle cannucce, che parla del mio futuro, dei miei sogni e delle mie collaborazioni.

Ogni ragazzo ha pescato un oggetto, ha parlato di sé, ma soprattutto ha ascoltato le mie parole.

Ho cercato di raccontare una realtà concreta, di una ragazza di 25 anni che cerca di avere un posto nel mondo, non per se ma per gli altri.

Lascia un commento