ALESSIA DE FILIPPO AI MASTERCLASSER: “LA DISABILITÀ NON È UN LIMITE”

Una storia raccontata a pezzettini attraverso gli oggetti pescati dai masterclasser nel “mare” di Alessia De Filippo. Lei, blogger 25enne campana affetta da sclerosi multipla, consegna ai giovani della Masterclass Talk un insegnamento prezioso: “La disabilità non è un limite”.

È attraverso un cuore, la fotografia di una sfilata, la bomboniera della laurea, un sole fatto di cannucce colorate, una conchiglia e un peluches che Alessia interloquisce con i giffoners ripercorrendo tappe decisive dalla sua vita. Dalla morte della madre alla conseguente depressione, dalle prime avvisaglie della malattia alla sua scoperta: “La diagnosi fu chiara: sclerosi multipla. Una malattia degenerativa e molto soggettiva – afferma – dalla quale non si guarisce ma che si può contenere. Io, tuttavia, sono allergica all’unico farmaco che la ferma”.

È dal suo blog Lachëln, che in italiano significa “sorriso”, che la giovane racconta la sua storia di resilienza. E ai ragazzi dice: “La disabilità non è un limite. La mia sedia è un oggetto, è come indossare un paio di scarpe diverse. Da quando sono finita sulla sedia – rivela – il mio mondo è cambiato: invece che vederlo stando in piedi, lo vedo da seduta. Ma mi accorgo che il mondo è cieco perché non vede quello che siamo noi. Non vede che la disabilità è diversità”.

Nella sala Galileo della Multimedia Valley, Alessia De Filippo parla di rivoluzione: “Rivoluzione è alzare la voce, dire ‘cambiamo’. È restare qui, combattere per il nostro territorio. Mio padre dice sempre che le cose facili sono state tutte fatte, adesso ci tocca fare quelle difficili. Io ho scelto di restare anche perché il mio territorio ha bisogno di voce. Oggi è qui che sono, è qui che devo essere”. Infine, ai ragazzi Alessia rivolge un invito accorato: “Abbiate più sogni, non camminate su un unico binario, abbiate sempre strade alternative”.

http://www.giffonifilmfestival.it/22-luglio-giffoni2019/item/6454-alessia-de-filippo-ai-masterclasser-la-disabilita-non-e-un-limite.html

Lascia un commento